Voglio presentarmi

Mi chiamo Luca Maxenti, e posso dire con orgoglio di essere nato ed avere vissuto fino ad ora nella bellissima cornice alpina della Valtellina.

Fino a 35 anni ho vissuto nel paese di Gerola Alta, a 1000 metri di altezza ....

My Image

La mia esperienza​​​​​​​​​​​​​

La curiosità, la voglia di scoprire me stesso ed il mondo che mi circondava, mi hanno portato a fare un sacco di esperienze nel mondo alpino

Ho sempre amato la montagna, la cultura ed i valori alpini. Sono nato in una famiglia modesta economicamente, ma ricca di valori e di tradizione. Mio nonnno mi ha insegnato a cavalcare il cavallo, a mungere le vacche, a tosare le pecore.

Mi ha insegnato a tagliare il fieno con la falce, a coltivare le patate, a curare gli animali azzoppati.

Mi ha insegnato a non sprecare nulla, e sopratutto a mantenere sempre inalterato l'equilibrio della natura, ho vissuto le mie estati di gioventù a Bominallo, un bellissimo maggengo sopra Gerola. Piu tardi ho deciso di impegnarmi nel sociale e così sono entrato nella Pro Loco, mentre più tardi ho iniziato a occuparmi di amministrazioone comunale, e nel 1994 ho ricoperto per la prima volta la carica di Sindaco di gerola Alta,.

Assieme al mio splendido gruppo abbiamo sviluppato, lungo ben 10 anni di amministrazione, progetti economici, culturali e turistici.

Abbiamo dato origine la primo vero progetto di riqualificazione degli ALPEGGI, dove si produce tuttora il formaggio BITTO. 

In collaborazione con gli altri 4 comuni delle Valli del Bitto (Albaredo per San Marco, Bema, Rasura e Pedesina) abbiamo realizzato un progetto di valorizzazione del territorio, della cultura e dell'economia valligiana., chiamato PROGETTO VITA. 

Abbiamo studiato la fattibilità di realizzare le TERME DEL FIENO, in  collaborazione con il comune trentino di GARNIGA TERME: purtroppo il progetto si è arenato anche in considerazione della fine del mio mandato amministrativo. Voglio anche ricordare la realizzazione del museo LA CASA DEL TEMPO, dove si possono vedere i preziosi ritrovamenti di impronte fossili del periodo Permiano, riguardanti alcune specie di tetrapodi.​​​​​​​​​​​​

La montagna nel cuore, il cuore nelle Alpi